Sito CSP innovazione nelle ICT
Navigation Menu
  • Author:
  • Date Posted: 29 mag 2013
  • Category:
  • Address: Vicolo Franzani, 2, Varallo

La Società di Incoraggiamento allo Studio del Disegno e di Conservazione delle Opere d’Arte in Valsesia – Onlus, è un’associazione senza scopo di lucro, eretta in Ente Morale con Regio Decreto 22 aprile 1915, n. 581 ed iscritta nel Registro delle Persone Giuridiche della Regione Piemonte, proprietaria della Pinacoteca e del Museo di Storia Naturale “Pietro Calderini” ospitati nel Palazzo dei Musei di Varallo.

Lo scopo primario dell’associazione è volto alla valorizzazione, alla cura e alla conservazione delle importanti raccolte che la Pinacoteca custodisce, attraverso il riallestimento delle collezioni e grazie al recupero del Palazzo dei Musei a standard di efficienza e sicurezza ottimali. L’obbiettivo che si desidera raggiungere nei prossimi anni è il riallestimento delle sale espositive in modo da completare il percorso museale rendendo fruibili al pubblico le collezioni del Sei e del Settecento, la collezione “Tirozzo” di arte moderna e la collezione “Remogna”, quest’ultima recentemente donata alla nostra Società.

L’ambizioso progetto implica anche la valorizzazione del salone storico della Società di Incoraggiamento, la futura riapertura del Museo di Storia Naturale Pietro Calderini, ospitato al secondo piano del Palazzo e la musealizzazione, al piano terreno, degli spazi e della raccolta di materiali della Scuola Barolo. Il progetto sarà reso possibile solo attraverso il completo risanamento strutturale del Palazzo.

Dal 1995 ad oggi si è completata la ristrutturazione delle coperture del Palazzo dei Musei delle ali sud, est, ovest, il risanamento dell’edificio della Casa Valsesiana, che ospita gli uffici, e del suggestivo spazio della ex Chiesa di San Carlo, dedicata alle esposizioni temporanee. Sono state riallestite, restaurando quasi l’intero corpus delle opere che vi sono conservate, le sale della pittura e scultura del Rinascimento ed il Salone dedicato a Tanzio da Varallo e alla pittura del XVII secolo.

Importanti allestimenti sono stati realizzati grazie ai fondi generosamente stanziati dalla Regione Piemonte, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli e dalla Fondazione Banca Popolare di Novara per il Territorio. Grazie ai contributi in conto gestione devoluti all’Associazione dal Comune di Varallo, dalla Comunità Montana Valsesia e, grazie alla collaborazione instaurata con la Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte di Varallo e al prezioso contributo dei volontari, la Pinacoteca è aperta al pubblico tutto l’anno.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>