Sito CSP innovazione nelle ICT
Navigation Menu
  • Author:
  • Date Posted: 29 mag 2013
  • Category:
  • Address: Piazza Maggiore Hope 1, Cisterna d'Asti

L’Associazione Museo Arti e Mestieri di un tempo nasce il 16 gennaio 1990 su iniziativa di Bartolomeo Vaudano, già Presidente della locale Pro-Loco, e conta all’inizio 14 soci fondatori. Secondo quanto affermato dallo statuto, l’Associazione si prefigge lo scopo di ordinare, amministrare e conservare il Museo Arti e Mestieri di un tempo; diffondere e stimolare gli studi, le ricerche e le esperienze in tema di arti e mestieri di un tempo; porsi come riferimento didattico-culturale; curare le attività legate alla storia e alle tradizioni contadine della zona.

L’iniziativa di raccogliere oggetti, utensili, macchine ed attrezzature legate alle tradizioni contadine si deve ad un ristretto numero di persone. Questa ricerca si è estesa nel circondario della provincia ma ha particolarmente coinvolto gli stessi cisternesi.

Il Museo che ha lo scopo di conservare e tramandare usanze e mestieri di una cultura in estinzione o in trasformazione è stato inaugurato il 5 ottobre 1980. Per l’allestimento si decise di utilizzare alcuni locali del castello (cantine) con la ferma intenzione di indovinarne il riutilizzo e di salvarlo da un rovinoso abbandono. Il museo si configurò fin dall’inizio come di tipo “generalista”: la prima iniziativa si limitò all’accaparramento di materiale e ad una sommaria e troppo concentrata esposizione. Grazie ai contributi della regione Piemonte si è provveduto a redigere un primo progetto riguardante il sottotetto del castello (1983) prevedendo un più organico allestimento secondo percorsi di visita studiati in modo tale da permettere al museo una migliore funzione storica e didattica. Al piano terreno sono rimaste la cantina, la sala dei cereali e gli attrezzi agricoli troppo ingombranti per essere spostati. Nel 1993-94 ulteriori finanziamenti hanno permesso di intervenire anche sui locali del piano nobile, a suo tempo già adibiti a sede municipale e scuola elementare, permettendo così di completare la sede espositiva del museo.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>